domenica 6 novembre 2011

Thinking with Type di Ellen Lupton

Questo mi è stato passato da un po' di tempo (grazie Jimson Weird), tenuto al caldo, sempre a portata di mouse. Parla da solo! 

Thinking with Type
A Critical Guide for Designers, Writers, Editors, & Students
Second, Revised, Expanded Edition
Ellen Lupton
Princeton Architectural Press

ISBN 9781568989693
Publication date 9/22/2010
7 x 8.5 inches (17.8 x 21.6 cm)
Paperback
224 pages






Come si nota bene si tratta di una seconda edizione ampliata e rivisitata, un delizioso, ma soprattutto utilissimo, manuale tipografico, adatto a qualsiasi utente.
Come si legge sul sito della casa editrice:
Our all-time best selling book is now available in a revised and expanded second edition. Thinking with Type is the definitive guide to using typography in visual communication, from the printed page to the computer screen. This revised edition includes forty-eight pages of new content, including the latest information on style sheets for print and the web, the use of ornaments and captions, lining and non-lining numerals, the use of small caps and enlarged capitals, as well as information on captions, font licensing, mixing typefaces, and hand lettering. Throughout the book, visual examples show how to be inventive within systems of typographic form--what the rules are and how to break them. Thinking with Type is a type book for everyone: designers, writers, editors, students, and anyone else who works with words.
Con tanto di preview sottostante:

L'autrice come si legge sempre sul sito della casa editrice o sul sito personale: "is one of America's preeminent design educators. Her books include DIY: Design It Yourself, Graphic Design: The New Basics (with Jennifer Cole Phillips), and several others. She is curator of contemporary design at Cooper-Hewitt, National Design Museum in New York, and director of the Graphic Design MFA program at Maryland Institute College of Art (MICA) in Baltimore."

INOLTRE, come se questo non fosse già adeguatamente gustoso, è stato realizzato un sito, per l'appunto Thinking with Type, dove sono state raccolte e messe a disposizione alcune parti del manuale, una sorta di appendice fruibile a tutti, una preview approfondita del libro, una sintesi essenziale del manuale: intanto che si pensa se acquistare o meno il formato cartaceo si può studiare ed usare quello digitale.




Ampliando un po' la ricerca ho scoperto qualche recensione in italiano e, soprattutto, con profonda sorpresa e gioia, una pubblicazione italiana della prima edizione, ad opera della Zanichelli con tanto di preview in pdf delle prime pagine!
Infine la recensione da Weme:

“This is not a book about fonts. It is a book about how to use them.”
Probabilmente la battaglia per il D.I.Y. (Design It Yourself) di Ellen Lupton comincia proprio da questo libro, il quale, pur non avendo l’ormai celebre acronimo scritto da nessuna parte, può essere a mio parere considerato a tutti gli effetti un pezzo del puzzle.
Thinking with type è infatti una guida esaustiva, pur senza le pretese di un Bringhurst ad esempio, che si rivolge allo studente, così come al professionista autodidatta (figura ben più diffusa attualmente rispetto alla prima, ma questa è un’altra storia) così come al “profano”, che offre una chiara quanto pratica introduzione alla tipografia.
La Lupton, come precisa nell’introduzione, si propone si riempire quel vuoto dato dalla mancanza nel panorama editoriale di testi esaustivi, ed insieme ben progettati ed economici, dedicati alla tipografia ed alla sua storia. Come lei stessa scrive: “I sought a book that is serene and intelligible, a volume where design and text gently collaborate to enhance understanding. (…) I sought a book that reflect the diversity of typographic life, past and present, exposing my students to history, theory, and ideas”.
continua
C’è un po’ di tutto: saggi sulla tipografia, digressioni storiche, regole editoriali, classificazione dei caratteri e soprattutto indicazioni pratiche di gestione del testo. Questo è infatti il cuore del libro, che si divide concettualmente in tre sezioni: Lettera, Testo e Griglia; la Lupton affronta quindi l’argomento a partire dal tassello tipografico elementare, la lettera, fino ad arrivare alla gestione di testi complessi tramite la griglia, con citazioni che spaziano dal Bauhaus a Emil Ruder, ai più recenti esempi di web e graphic design, il tutto condito da moltissime immagini ed esempi. Chiude il testo una piacevole appendice sugli errori tipografici da evitare, sulla correzione bozze ed i “free advices”, alcuni consigli dall’approccio più filosofico ed idealista alla professione. Una ricca bibliografia rimanda poi ad ulteriori approfondimenti.
L’impaginazione magistrale (si impara già soltanto da quella) rende il libro piacevole da leggere e sfogliare.
La mia impressione dopo la lettura di questo libro è che esso si riveli uno strumento utile soprattutto per chi inizia ad approcciarsi alla tipografia, ma anche per chi ormai l’ha navigata in lungo e in largo e cerchi qualcuno che riassuma un po’ tutto il mare di conoscenze acquisite, in maniera semplice e pratica.
Il testo comunque rimanda nel suo stesso concepimento a studi più approfonditi: ogni sezione presente è infatti ampiamente trattata altrove in monografie più o meno celebri (e certo più corpose e impegnative), tra le quali segnaliamo:
norme tipografiche di gestione del testo – Robert Bringhurst, Gli elementi dello stile tipografico
storia della tipografia – Robin Kinross, Tipografia moderna
la griglia – Josef Muller-Brockmann, Grid Systems in graphic design
e ce ne sarebbero molti altri che magari vedremo in seguito.

2 commenti:

Mr. Tambourine ha detto...

È poderoso.
Sono un grande appassionato della materia, e mi servirà anche per lavoro.
Danke.

N3B ha detto...

Molto contenta che ti possa essere utile :)
Anche io lo trovo fondamentale e molto utile

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

ShareThis